Alcuni film su Pinocchio


Una scena dal film del 1911 Pinocchio di Antamoro
Il film muto di Giulio Antamoro, Pinocchio, del 1911, è stato ritrovato nel 1994 in un angolo dimenticato della Cineteca di Milano, diretta da Gianni Comencini, fratello del regista Luigi Comencini che ha firmato il famoso Pinocchio televisivo degli anni ’70. Nei panni del burattino il comico francese Guillaume, in arte Polidor, l’indimenticabile clown, con tromba e palloncini, della sequenza del tabarin nel La Dolce vita di Fellini.

Fotogramma del film di Umberto Spano (fonte: wikipedia)
Le avventure di Pinocchio è un film d'animazione del 1936, diretto dal regista Umberto Spano, con la direzione tecnica di Romolo Bacchini e Raoul Verdini. Realizzato e prodotto dalla CAIR (Cartoni Animati Italiani Roma) e distribuito dalla De Vecchi, di questo cartone animato, ispirato dal celebre romanzo Le avventure di Pinocchio. Storia d'un burattino di Carlo Collodi, pare non essere rimasta traccia delle pellicole originali e gli unici reperti disponibili sono solo alcuni rari fotogrammi. Il film è considerato perduto.

Vittorio Gassman nella parte del Pescatore Verde nel Pinocchio di Gianetto Guardone

Pinocchio di Gianetto Guardone è stato girato a Viareggio nel 1947;  si avvale del contributo di grandi attori, tecnici e di semplici amatori del cinema, ricalca fedelmente la trama originale del testo di Collodi. Pinocchio è un film del 1940 diretto da Ben Sharpsteen e Hamilton Luske. È un film d'animazione americano prodotto da Walt Disney e basato sulla storia Le avventure di Pinocchio. Storia d'un burattino di Carlo Collodi. È il II Classico Disney, e venne prodotto dopo il successo di Biancaneve e i sette nani. In Italia uscì il 5 novembre 1947.
Differenze con la versione di Collodi (fonde wikipedia.it)
1.In questo film, il Grillo Parlante viene elevato a narratore della storia. E' stato incaricato dalla Fata Azzurra di diventare la coscienza di Pinocchio, e lo seguirà per tutto il lungometraggio. Tutto ciò è assente nel libro, inoltre vive nella casa di Geppetto da cent'anni, mentre nel film ci arriva vagabondando.
2. Nel film, la Fata Turchina è molto diversa rispetto a quella del libro: infatti non ha una casa, ma è una stella nel cielo, conosciuta come "stella dei desideri"; viene raffigurata con un aspetto più divino che nel libro, e inoltre è bionda, e non turchina.
3. Nel film, Pinocchio incontra il Gatto e la Volpe mentre sta andando a scuola, quando questi lo conducono allo spettacolo dei burattini, dove Mangiafuoco lo invita ad esibirsi, e poi lo rinchiude in una gabbia per uccelli per far soldi con lui. Il burattino li incontra una seconda volta, e viene condotto nel Paese dei Balocchi; nel libro va di proposito ad assistere allo spettacolo dei burattini, e poi incontra il Gatto e la Volpe dopo che Mangiafuoco (che nel film è cattivo) gli ha dato i soldi, quando lo truffano e lo impiccano alla Quercia Grande. Anche nel libro, tuttavia, Pinocchio li incontra due volte.
Nel libro, ad invitare Pinocchio ad andare nel Paese dei Balocchi è Lucignolo, e non il Gatto e la Volpe; il ragazzaccio inoltre non conosce il burattino durante il viaggio relativo, come nel film, ma sui banchi di scuola del paese delle Api Industriose.
4. Nel libro, Pinocchio viene totalmente trasformato in un asino e venduto come schiavo ad un circo. Nel film invece non si trasforma completamente, ma gli spuntano solo le lunghe orecchie e la coda. Inoltre, il burattino, grazie al Grillo Parlante, riesce a scappare dal paese senza essere venduto.
5. Nel film, una balena (conosciuta come Monstro) divora Geppetto, e non un pescecane come nel libro. Inoltre, rispetto al libro, nel quale Geppetto e Pinocchio escono fuori dal pescecane mentre quest'ultimo dorme, nel film escono fuori dalla balena accendendo un fuoco, e permettendo cosi alla balena di starnutire; inoltre non salgono in groppa ad un tonno, ma sulla zattera di Geppetto.
6. Nel libro, Pinocchio diventa un bambino vero perché, comportandosi bene, ha lavorato per Geppetto in procinto di morire; nel film lo diventa dopo una breve morte. Inoltre, a desiderare tale trasformazione nel film, è Geppetto quando Pinocchio non ha ancora preso vita. Nel libro, invece, Pinocchio confessa di voler diventare un bambino vero quando, vedendo la Fata Turchina diventata donna nell'Isola delle Api Industriose, vorrebbe crescere a sua volta.
7. Nel film, Pinocchio prende vita grazie alla magia della Fata Azzurra: infatti quando era ancora un pezzo di legno non parlava né viveva; al contrario, nel libro diventa vivente e parlante già prima di essere intagliato.
8. Nel libro, Geppetto veste Pinocchio in una maniera particolare: gli da una giacchetta di carta fiorita, un paio di scarpe di scorza d'albero e un berettino di mollica di pane. Nel film Pinocchio non porta nessuna di queste caratteristiche, ma vagamente le ricorda.
9.Nel film, il cocchiere che porta i ragazzi nel Paese dei Balocchi è più sadico che nel libro. E' abilissimo a fare una risatona, e diventa alleato del Gatto e la Volpe, aiutandoli cosi a sviluppare terribili piani. Nel libro, l'uomo e i due manigoldi non si sono mai conosciuti né incontrati.

Nel 1972 uscì Le avventure di Pinocchio, uno sceneggiato televisivo  (cinque puntate), tratto con la regia  di Luigi Comencini e trasmesso dalla RAI. Tra gli interpreti: Nino Manfredi (Geppetto); Andrea Balestri (Pinocchio); Gina Lollobrigida (la Fata Turchina) e Franco Franchi e Ciccio Ingrassia (rispettivamente il Gatto e la Volpe).



Nel 2002 esce Pinocchio, film diretto e interpretato da Roberto Benigni, che firma anche la sceneggiatura insieme a Vincenzo Cerami.
Differenze dal romanzo (fonte wikipedia.it)
1. Geppetto trova il pezzo di legno per strada, mentre nel libro glielo dà Mastro Ciliegia (che non appare nel film).
2. Nel film Pinocchio incontra Lucignolo per la prima volta in prigione quando viene arrestato dai carabinieri di Acchiappacitrulli accusando il Gatto e la Volpe per il furto delle monete d'oro, nel libro lo conosce a scuola, quando si trasferisce nel Paese delle Api Industriose.
3. Quando Pinocchio viene arrestato dai carabinieri che credono che lui abbia colpito Eugenio, lui, vedendo la Fata Turchina, fugge dai carabinieri per poi finire nel campo del contadino che lo assume come cane da guardia (dove, nel libro, cerca di rubare l'uva, cosa che non fa nel film). Inoltre fugge dal contadino grazie a Lucignolo (che vuole rubare le galline), mentre, nel libro, riottiene la sua libertà portando a termine il suddetto incarico.
4. Quando Pinocchio e Lucignolo si accorgono che si stanno trasformando in somari nel Paese dei Balocchi, il Grillo Parlante parla a Pinocchio della sua ignoranza, mentre nel libro è una marmotta a farlo.
5. Quando Pinocchio incontra Geppetto nella bocca del pescecane, il burattino porta il padre in salvo facendolo irritare prendendogli la parrucca (come fa all'inizio). Nel libro, fuggono in groppa ad un tonno (che nel film non appare) mentre il pescecane dorme.

2 commenti:

  1. Bella questa analisi dei film con le differenze.
    Una differenza che mi ha sempre colpito nel film della Disney è il camino dove il Grillo si scalda e che invece nel libro è solo dipinto (so che è una cosa piccola, ma ci penso sempre!). Per non parlare poi della sorte del buon Grillo che subisce una morte piuttosto violenta. E questo solo per citare alcune cose.

    RispondiElimina
  2. Grazie! In effetti un camino dipinto a me sembra una trovata quasi geniale all'interno di un'opera (magari esagero).

    RispondiElimina