La mia amica Clorinda di Romina Tamerici


Sul blog di Romina Tamerici
potete acquistare
La mia amica Clorinda
L’autrice, Romina Tamerici, definisce La mia amica Clorinda un libro tra la fiaba e il racconto fantasy. Quello che distingue La mia amica Clorinda dalle fiabe classiche è il fatto che i personaggi di Magiliegia (il luogo fantastico dove si svolge la vicenda) non sono mai totalmente buoni o totalmente cattivi, proprio – come scrive Romina nella prefazione – per lasciare intendere che tutto è possibile non solo in un magico mondo immaginario ma anche nelle vostre vite.
Ma chi è Clorinda? È una fatina di Magiliegia e il suo compito - quasi tutte le fate hanno un compito - è quello di proteggere animali e piante. Clorinda ha bisogno dell’aiuto di un umano buono per salvare la sua migliore amica, la fatina Gocciolina, custode delle acque, che rischia di morire; forse il messaggio che si cela in questa morte è la fine dell’acqua da cui il nostro pianeta sembra minacciato. Comincia così un’avvincente avventura per Clorinda e la nuova amica Agata, l’umana buona che l’aiuterà. Una storia dolce e magica, dove il lettore si trova a fare il tifo per la minuscola fatina Clorinda, accompagnata per mano o, più spesso, nascosta dentro le tasche della sua bambina amica Agata; Agata si lascia condurre in luoghi sconosciuti seguendo l'unica bussola che conosce: il suo cuore.

Illustrazione di Nicoletta Vanotti 


Gocciolina, prigioniera di un uomo che pensa di guadagnare soldi esibendola agli altri umani.


Illustrazione di Nicoletta Vanotti

…il castello e il terreno circostante erano protetti interamente da una sorta di cupola inattaccabile…Clorinda strofinò le sue piccole manine sugli occhi colmi di lacrime e, poi, le appoggiò pian piano sulla cupola trasparente. Come se quelle piccole dita fossero state infuocate, nella cupola si creò un minuscolo varco.

Clorinda, la fatina, ed Agata, l’umana buona, ancora oggi continuano a vedersi e ricordano quella brutta avventura ora che possono dire che tutto si è risolto per il verso giusto: nessuna fata crudele è ormai più in circolazione, l’odio è stato sconfitto dal cuore e dall’amicizia nata tra  una fatina e una bambina, oggi ormai una donna.

Commenti

  1. Marcella, mi hai fatta piangere di felicità, davvero! Non mi aspettavo proprio questo post. Hai parlato del libro in un modo davvero meraviglioso, grazie di cuore!

    E poi su questo blog tra i grandi nomi dei più eccelsi autori di fiabe io mi sento davvero onorata. Al loro confronto sono una briciola di pane, ovviamente, però vedermi qui mi rende davvero felice.

    Hai risollevato le sorti di una giornata un po' amara. Grazie di cuore, Marcella. Sei veramente un tesoro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sorpresa? consideralo un regalo portato dalla Befana (che non sono io, eh?). La mia amica Clorinda merita di essere letto, è scritto davvero bene; vedi? dopo una giornata un po' amara arriva il dolcetto della Befana.

      Elimina
    2. Molto sorpresa! Grazie mille, Marcella. Sono davvero felice che il mio libro ti sia piaciuto!
      La Befana quest'anno mi ha portato proprio un regalo meraviglioso!

      Elimina

Posta un commento

Post più popolari