giovedì 7 marzo 2013

Fiabe e Figurine in mostra!

1899 Cappuccetto Rosso
Pubbblicità Grandi magazzini
Au Bon Marchè
Pollicino, 1907 Disegno di Richard Scholz
Ed. F. Dreser Amburgo
Più di 300 figurine e materiali affini presenti nella mostra "Cammina Cammina" che si terrà al Museo della Figurina a Modena dall’8 marzo al 14 luglio 2013. Il percorso di mostra si snoda attraverso sezioni tematiche. Si comincia con 'Il racconto', il vero strumento per la diffusione della fiaba che, nata oralmente, è circolata per secoli di bocca in bocca prima di essere fissata in forma scritta. I luoghi naturali in cui è venuta alla luce sono i bivacchi, le corti, le aie e i mercati, tutti i luoghi in cui gli uomini hanno incrociato i propri percorsi e cercato riposo dalle fatiche quotidiane.
Si continua con 'I luoghi', spazi dalla natura fortemente simbolica che, oltre a proiettare nella concretezza della topografia le tappe dell’esistenza di chi l’attraversa, incarnano la miriade di sensazioni e aspetti psicologici dei personaggi: così 'La strada' rimanda allo smarrimento e alla conquista, alla fatica e alla pace; 'Il focolare' alla sicurezza di una situazione certa che deve in qualche modo cambiare e 'La soglia' al passaggio da una condizione all'altra. Il cammino è anche il tentativo di conquista verso uno status di maggiore ricchezza e riconoscimento.
L'accalappiatore di topi 1897 Lit Konig
Pubblicità di carne Liebig, Londra
Per questo il 'Miraggio della corte' è la speranza dell'ascesa sociale. 'Le cose', invece, si fanno emblema del difficile rapporto tra uomo e mondo esterno – lo specchio, il fuso e l'arcolaio, le scarpe e la corona – e dell'illusione di poter avere davvero il controllo del futuro. La sontuosità dei vestiti, l'abbondanza del cibo o il luccichio degli oggetti preziosi sono la promessa dell'appagamento dei desideri, purtroppo inarrivabili, di interi strati sociali.
'Il destino', fortuna e sciagura per l'uomo, attraverso le tappe del 'Cammino' e dei 'Momenti fatali', delinea le mappe esistenziali degli uomini, senza negare mai, però, la necessità della scelta. Attraverso gli 'Incontri' e le 'Trasformazioni' – siano esse causate da 'Sonno e morte', 'Incantesimi', 'Nozze' – si giunge a quella affermazione insieme identitaria e sociale che siamo abituati a leggere come «e vissero felici e contenti».
Infine, 'Le riletture': una sezione dedicata al fiabesco, ossia l''ombra lunga della fiaba, in cui un personaggio famoso come Cappuccetto Rosso intraprende strade nuove, in una successione di rifacimenti, parodie, e nuovi racconti. Ogni tema, pur mantenendo inalterata la propria rilevanza simbolica, trova concreta dimostrazione nei materiali esposti, oltre alle sempre presenti Liebig, una menzione meritano le Bon Marché: più grandi del comune, illustrate come trionfi di dettagli e colori, rappresentano un esempio felicissimo della sintesi iconografica operata dalle figurine nei confronti della ipertrofia di alcuni 'racconti di fate'. Non solo: video e filmati dimostrano come la fiaba sia capace di contaminare altri spazi dell'immaginario. Scene di film come PsychoShining Matrix sono figlie della costante capacità delle fiabe di produrre significati, mentre la pubblicità rinnova i racconti di fate plasmandoli alle esigenze dell'attualità. 
Figurina che riproduce Cenerentola 1898-1920
Il catalogo, a cura di Hamelin ed edito da Franco Cosimo Panini, riproduce tutte le immagini in mostra e presenta un testo introduttivo di Elena Massi che tratteggia lo sviluppo della fiaba dalle prime attestazioni orali fino alla diffusione, con peculiarità diverse, nei diversi Paesi europei. Emilio Varrà, invece, intesse una fitta trama di spunti per interpretare non ingenuamente i nuclei tematici delle fiabe, con particolare attenzione all'universo delle figurine e al loro rapporto col racconto di fate. Ogni sezione, che riflette la suddivisione di mostra, prevede alcuni suggerimenti bibliografici relativi a fiabe note e meno note, emblematiche del tema trattato e i cosiddetti 'prolungamenti', opere che non sono fiabe, ma ne hanno in qualche modo ereditato caratteristiche, temi, personaggi, significati.
(Fonte del post e immagini: E-R Cultura)

Per informazioni:
Cammina cammina... Fiabe d'Europa in figurina
Museo della Figurina, Palazzo Santa Margherita,
corso Canalgrande 103, Modena
8 marzo – 14 luglio 2013
www.museodellafigurina.it

Nessun commento:

Posta un commento